Ricerca servizi per Matrimonio

La carrozza per gli sposi

Al giorno d’oggi, abituati alla modernità e alla praticità forse non ci si immagina di potere utilizzare ancora il calesse, invece è così per molti matrimoni.
E’molto in voga infatti tra gli sposi utilizzare un calesse aperto o con tettuccio con il quale la sposa arriva in chiesa. E’ solitamente un calesse trainato da due cavalli bardati a festa, decorato con i fiori e le composizioni floreali scelte per l’occasione, come quelle della cerimonia di nozze.
L’arrivo della sposa tra lo scalpiccio degli zoccoli dei cavalli sul selciato e l’immagine di un mezzo di trasporto dei tempi antichi è molto suggestivo e lascerà tutti i presenti a bocca aperta.
La carrozza o calesse sono l’ideale per la cornice di un matrimonio romantico che rivive tempi passati, con l’incedere lento e maestoso dei cavalli, il cocchiere in livrea e l’arrivo a destinazione con un ampio vestito lungo e sontuoso che sarà incentivo a un scroscio di applausi.
Ovviamente anche la location del ricevimento e gli abiti dovranno essere in stile classico-romantico per creare un’atmosfera unica e irripetibile, che ricorda molto i matrimoni reali da favola.
Oggigiorno molte ditte affittano carrozze in tutte le regioni d’Italia, in alcune regioni anche carrozze particolari magari tipiche di una tradizione regionale e paesana del luogo.

L’unico particolare del calesse è che a differenza dell’auto degli sposi, per gli amici che vogliono fare i classici scherzi sarà più complicato riempirlo di palloncini colorati o legarlo col cellophane come si usa fare con l’auto, anche perchè i cavalli si possono innervosire da troppa gente che lavora intorno con tono febbrile agli scherzi. Pazienza, vi rifarete al ricevimento!
Un tempo era l’unico mezzo per la sposa per arrivare in chiesa, oggi lo si sceglie in particolare per i matrimoni primaverili ed estivi, e lo scelgono gli sposi dal gusto romantico che avranno come tema il matrimonio romantico.


1 Cuore2 Cuori3 Cuori4 Cuori5 Cuori (No Ratings Yet)

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento