Calendario matrimonio: 8 mesi prima

Adesso è l’ora dell’abito da sposa ma anche dell’abito per lo sposo. La scelta degli abiti non è facile ne per la sposa ne per lo sposo. La sposa si trova di fronte ad abiti completamente diversi nei vari negozi in cui va a vedere, perciò il negozio in cui l’amica ha trovato un abito bellissimo può non andare bene per te. L’abito da sposa lo indosserai una sola volta nella tua vita, per il giorno più bello, perciò deve essere bello, ti deve piacere. Il nostro consiglio è quello di non sottostare ai consigli della commessa, della mamma o dell’amica ma di scegliere quello che convince te e che ti fa sentire a tuo agio.
Per lo sposo la vita non è tanto più facile, bene o male le marche degli abiti sono le stesse in tanti negozi però, e qua viene il bello, i modelli sono diversi. Eh si perché ogni marchio ha varie linee ed un negozio ne sceglie una, perciò l’abito che trovi in un negozio non lo trovi in un altro che vende la stessa marca. Anche per te è valido l’invito a scegliere quello che ti piace e ti fa sentire a tuo agio.
Sia per lo sposo che per la sposa non basta scegliere il vestito, servono anche gli accessori, come ad esempio le scarpe, la cintura per l’uomo, i gemelli per l’uomo, ecc. Molto spesso gli atelier dedicati agli abiti da sposi sono in grado di soddisfare tutte le esigenze a 360°, se così non fosse ci sono negozi specifici per ogni cosa.
Importante da sapere è che ci saranno anche le prove. Una volta scelto il vestito il commesso lo mette via col vostro nome ed a 3-4 mesi dalla data tornerete in negozio per le prove. Di solito sono 2 o 3 prove che servono la prima a verificare dove servano aggiustamenti, la seconda a verificare un abbozzo di aggiustamento se va bene e la terza a provare il vestito finito. La terza andrebbe fatta a ridosso della cerimonia per evitare problemi dovuti ad eventuali dimagrimenti o ingrassamenti. Credeteci, lo stress da preparativi porta a modellare il giro vita!

E’ tempo anche di scegliere gli addobbi floreali. Servono per la chiesa (se fate rito religioso), o per la sala del comune (col rito civile) , per la macchina, per il bouquet della sposa, per l’acconciatura, per i vestiti dello sposo, dei genitori maschi e dei testimoni maschi e per la location che avete scelto per la cerimonia. In alcune location vi diranno che volendo possono occuparsi anche loro dei fiori ma il consiglio è quello di far fare tutto allo stesso fiorista perché così ci sarà una continuità di tonalità e colori dall’inizio alla fine.
Attenzione per chi non lo sapesse: i bouquet da sposa sono 2, uno è quello che rimane alla sposa, quello che utilizza durante l’eventuale rito religioso e che terrà vicino a lei nel ristorante, mentre l’altro è quello che serve per il lancio. Molto importante il secondo perché cambierà la vita di qualche vostra amica o parente ancora single.