tradizioni di nozzePer quanto riguarda le tradizioni e anche le superstizioni legate al giorno del matrimonio, ce ne sono tantissime, da seguire o da sfatare.
Una tra le prime è quella per cui lo sposo non deve vedere l’abito della sposa prima della cerimonia altrimenti si dice porti sfortuna, e vale anche con alcuni giorni della settimana come venerdì e martedi per sposarsi. Un proverbio infatti recita: né di venere, né di marte, non si sposa, non si parte
e non si dà principio all’arte.
La domenica invece è considerato il giorno più fortunato. Inoltre un’altra famosa tradizione dice che la sposa non dovrà indossare oggetti preziosi d’oro il giorno delle nozze, può solamente dopo avere ricevuto la fede dallo sposo.
La sposa quel giorno dovrà indossare qualcosa di blu, qualcosa di prestato, qualcosa di regalato, qualcosa di nuovo.
Anche nei confetti delle bomboniere viene espresso un significato, infatti sono sempre dispari e in numero 5 e per ognuno c’è un simbolo: salute, prosperità, fertilità, felicità e longevità.
Un’altra tradizione è quella del taglio della cravatta dello sposo. Il testimone taglia la cravatta dello sposo a pezzetti e questi vengono “venduti” agli invitati dagli sposi, che con il ricavato inizieranno a creare i fondi simbolici per la loro nuova vita assieme.
Il lancio del bouquet è un classico, la sposa lancia il bouquet alle invitate nubili e la prima che lo prende si dice si sposerà nell’anno. Così è anche per lo sposo con gli amici celibi, con il lancio della giarrettiera.
Lo sposo dovrà anche portare in braccio la sposa oltre la soglia di casa, questo perchè la sposa non inciampasse nel vestito e fosse di cattivo augurio, alcuni dicono anche per lasciare fuori gli spiriti del malaugurio.
In ogni regione ci sono poi usanze e tradizioni particolari, a dimostrare quanto ancora per gioco o per scaramanzia le tradizioni popolari siano molto presenti ancora oggi.

Lascia un commento